GRAN PREMIO F1 2018 – MONACO

28 maggio 2018
Categorie: Eventi

MONTE CARLO
• Data: domenica 27 maggio 2018
• Numero di giri: 78
• Lunghezza del circuito: 3,333 km
• Distanza di gara: 260.286 km

RISULTATI
• Daniel Ricciardo, Aston Martin Red Bull Racing: iniziato 1 ° / Finito: 1 °
• Max Verstappen, Aston Martin Red Bull Racing: iniziato il 20 / finito: 9 °

Daniel Ricciardo è arrivato a Monaco con gli affari non finiti. Ha visto la vittoria scivolare tra le dita nel 2016, ma due anni dopo, non doveva essere negato. Questo rapporto mette in evidenza come il pilota dell’Aston Martin Red Bull Racing abbia gestito brillantemente un problema tecnico per segnare la sua prima vittoria nelle strade di Monte Carlo in quello che è stato il 250 ° Gran Premio della squadra.

Monaco è il gioiello della corona della Formula Uno. Ogni pilota e ogni squadra vogliono vincere. Ma la natura stretta e tortuosa del circuito, che è fiancheggiata da barriere Armco, non è facile da conquistare.

L’Aston Martin Red Bull Racing, tuttavia, è arrivato nel Principato come favorito. La disposizione del circuito li soddisfaceva. Ma dovevano ancora fare il lavoro – e lo hanno fatto in uno stile spettacolare.

Ricciardo e Max Verstappen hanno dominato le prove del venerdì, il duo finendo uno-due in entrambe le sessioni. Hanno ripetuto l’impresa nella pratica finale, con Ricciardo in particolare con uno sguardo incredibilmente veloce.

L’australiano doveva ancora consegnare in qualifica. Eseguendo una potente miscela di benzina da corsa Esso SynergyTM e lubrificante Mobil 1, che utilizza competenze tecniche e innovazione all’avanguardia, Ricciardo lo ha fatto in modo dominante.

È stato il più veloce in tutti e tre i segmenti della sessione di qualifica di un’ora a prendere la sua seconda pole position in tre anni a Monaco.

Il giorno della gara, Ricciardo – o Honey Badger come è affettuosamente conosciuto – è uscito dalla pole, mantenendo un comodo vantaggio sul rivale della Ferrari Sebastian Vettel.

Il lavoro supremo della sua squadra dell’Aston Martin Red Bull Racing ai box lo ha riportato in pista in testa. Con non più fermate programmate e sorpasso difficile a Monaco, la vittoria della gara sembrava essere la sua.

Ma si è insinuato un problema tecnico che ha comportato un calo di potenza del 25% circa. Con più della metà della gara, Ricciardo ha avuto un compito montuoso davanti a lui – ma lo ha preso e lo ha gestito alla perfezione, il tutto assorbendo la pressione costante di Vettel.

Ha tagliato il traguardo ottenendo una splendida vittoria, il suo secondo della stagione, e lo ha aiutato a conquistare il terzo posto nella classifica piloti dietro al leader del campionato Lewis Hamilton e Vettel. Le celebrazioni hanno incluso la tradizionale festa in piscina del team e il drink “shoey” di Ricciardo sul podio.

Il suo compagno di squadra Verstappen ha recuperato dall’ultima gara in griglia, dopo un incidente in prove finali che gli ha fatto perdere le qualifiche, salire tra i primi 10 e segnare punti per l’Aston Martin Red Bull Racing con il nono.

Ha completato un weekend incoraggiante per l’Aston Martin Red Bull Racing in una delle gare più glamour del calendario. La gara attira sempre una serie di celebrità e quest’anno non è stata diversa.

Il quarterback della superstar della NFL per i New England Patriots Tom Brady era in città, ospite della Aston Martin Red Bull Racing, insieme alla top model Bella Hadid e alla star della New Zealand Rugby Union Dan Carter.

Anche il curatore di Star Wars, George Lucas, fece la sua apparizione, così come la leggenda hollywoodiana Hugh Grant e gli attori di Game of Thrones Nikolaj Coster-Waldau, Liam Cunningham e Kit Harrington.

La Formula 1 è ora in Canada, con il prossimo Gran Premio che si disputerà al Circuit Gilles-Villeneuve a Montreal l’8-10 giugno.

DANIEL RICCIARDO, DRIVER, ASTON MARTIN RED BULL RACING:
“Wow, non è ancora penetrato. È stato un fine settimana perfetto ma una gara pazza. È una settimana talmente lunga e perché sono così eccitato per questa gara, trovo difficile controllarmi e non potevo aspettare che le luci si spegassero oggi. La partenza è andata bene e ho pensato, ho praticamente fatto la parte difficile, quindi finiamo questa gara. Poi al 28 ° giro sono uscito da un angolo e mi sono sentito praticamente senza potere. Quando è stato chiaro che si trattava di un problema MGU-K, volevo chiudere gli occhi e iniziare a piangere mentre pensavo che la gara fosse finita e mi chiedevo cosa avrei dovuto fare per vincere qui. Ho parlato con il mio ingegnere alla radio e abbiamo cambiato molte cose che non risolvevano il problema, ma dovevamo solo sopravvivere con il problema e tenere dietro Seb. Abbiamo avuto molta meno potenza, fortunatamente è una pista stretta e abbiamo avuto una buona macchina, quindi ho potuto recuperare abbastanza tempo negli angoli per non essere vulnerabile sui rettilinei. In nessun altro circuito, non avevo modo di vincere oggi. Non è stato divertente guidare così e sono abbastanza esausto, ma molto, molto felice. Finalmente abbiamo ottenuto qualche redenzione e questa è la sensazione più dolce. Non è stato facile ma ora posso dire di essere un vincitore qui ed è bello vincere la 250esima gara della squadra “.

MAX VERSTAPPEN, DRIVER, ASTON MARTIN RED BULL RACING:
“Anche se sapevamo che sarebbe stata la limitazione dei danni mi sono comunque divertito molto oggi, dato che ero in grado di gareggiare con altre vetture e di essere competitivo praticamente dall’inizio alla fine. In fondo, naturalmente, sono ancora deluso perché avremmo potuto ottenere un risultato molto migliore se non avessi commesso l’errore nella pratica, ma d’altra parte, ho sfruttato al massimo la gara. Mi sono divertito, stavo passando macchine e combattendo ogni giro che è particolarmente raro qui a Monaco, normalmente è solo in crociera durante la gara. La macchina ha gestito bene e abbiamo centrato la strategia e finito nei punti, quindi penso che sia una buona giornata di lavoro tutto sommato. Ho imparato durante tutta la mia carriera che è facile in seguito dire che avrebbe potuto essere come questo o quello, ma devo sempre guardare me stesso. Questo fine settimana ho commesso un errore, ma Daniel ha fatto un ottimo lavoro, quindi congratulazioni a lui per aver vinto la gara e avere un momento molto speciale. ”

CHRISTIAN HORNER, TEAM PRINCIPAL, ASTON MARTIN RED BULL RACING:
“Difficile descrivere la prestazione che Daniel ha fatto oggi. Dal 28 ° giro quando la MGU-K è scaduta, creando problemi di raffreddamento, temperature dei freni e delle gomme, è riuscito a farlo nel modo più tranquillo mentre difendeva con Sebastian Vettel non più di un secondo alle spalle, e non ho mai creduto con circa il 25% di perdita di potenza che avrebbe mantenuto il comando per altri 50 giri e vinto il nostro 250 ° Gran Premio. Il giorno e l’intero weekend di gara è appartenuto a Daniel con una performance fenomenale. È stata una grande ripresa da parte di Max. Dal fondo della griglia sarà sempre un pomeriggio difficile, ma ha fatto buoni progressi con alcuni sorpassi che è molto difficile da fare qui, e ha beneficiato di un buon lavoro di squadra e strategia e è riuscito a entrare nella top 10. Tra tutte le gare da vincere sul calendario, Monaco è il punto forte di questo ricco patrimonio e della sua storia; questo in particolare per Daniel dopo la delusione del 2016. Raggiungere quella vittoria oggi è stata la testimonianza della grande macchina che i ragazzi e le ragazze di Milton Keynes hanno prodotto, e delle capacità di Daniel al volante. È assolutamente il lavoro di squadra che vince le gare e dobbiamo ringraziare tutti i nostri collaboratori per il loro supporto che ci consente di assaporare momenti speciali come questo “.

 
 Articolo successivo
»