GRAN PREMIO F1 2018 – FRANCIA – LE CASTELLET

25 giugno 2018
Categorie: Eventi

GRAN PREMIO di FRANCIA – LE CASTELLET

Data: domenica 24 giugno 2018
Numero di giri: 53
Lunghezza del circuito: 5.842 km
Distanza di gara: 309,690 km

RISULTATI

Max Verstappen, Aston Martin Red Bull Racing: Iniziato 4 ° / Finito: 2 °
Daniel Ricciardo, Aston Martin Red Bull Racing: iniziato 5 ° / Finito: 4 °

Max Verstappen potrebbe aver avuto un inizio difficile della sua stagione, ma l’olandese è stato in forma sfavillante di recente e continua come la Formula 1 è tornata in Francia per la prima volta in un decennio. Questo report mette in evidenza un weekend eccellente per l’Aston Martin Red Bull Racing, in quanto la squadra ha dimostrato ancora una volta di avere le carte in regola per competere regolarmente davanti …

La Aston Martin Red Bull Racing è arrivata al Circuit Paul Ricard con una molla sul gradino, dopo aver siglato un entusiasmante accordo biennale con la Honda per utilizzare i motori del costruttore giapponese dalla prossima stagione, al fianco della scuderia Toro Rosso.

Verstappen e Daniel Ricciardo sono sembrati veloci nelle prove del venerdì, con la velocità di un giro del duo secondo solo ai campioni del mondo in carica Mercedes, che ha dato buoni frutti per le qualifiche di sabato.

Il loro ritmo a lungo termine, sfruttando l’olio motore Mobil 1, sviluppato per l’RB14 per fornire maggiore potenza, prestazioni e protezione, e una potente miscela di carburante da corsa Esso Synergy, era anche molto speciale. Circa un decimo di secondo ha separato Mercedes, Ferrari e Aston Martin Red Bull Racing.

Vieni sabato, Verstappen ha fatto un giro veloce per schierare quarto in griglia, un posto davanti a Ricciardo, e poi ha fatto una partenza straordinaria nel Gran Premio di domenica per correre secondo dopo il primo giro.

La decisione di Aston Martin Red Bull Racing di iniziare con le gomme supersoft, come le rivali Mercedes, mentre la Ferrari era sugli ultrasofts, ha dimostrato di avere ragione, perché Verstappen è stata in grado di offrire il tipo di ritmo necessario per conquistare il secondo posto. Lewis Hamilton di Mercedes alla fine vinse la gara.

Ricciardo era in testa nelle prime posizioni sul podio, dopo un impressionante passaggio su Carlos Sainz, ma è svanito nelle fasi conclusive quando ha subito danni alla sua ala anteriore da detriti ed è stato superato dalla Ferrari di Kimi Raikkonen.

Tuttavia, Honey Badger ha tenuto il traguardo al quarto posto, sufficiente a riportare Valtteri Bottas al terzo posto nella classifica piloti, con 13 gare stagionali ancora da disputare.

Con due vetture nelle prime quattro posizioni per la seconda gara consecutiva, l’Aston Martin Red Bull Racing ha colmato il distacco dalla seconda Ferrari nel campionato costruttori.

Prima che la corsa partisse al Paul Ricard, David Coulthard ha preso una RB7 per le strade della vicina Marsiglia per costruire la febbre mentre la scuderia Toro Rosso Pierre Gasly ha dato al compagno di squadra Brendon Hartley, al fianco di Ricciardo e Verstappen, una lezione in frasi francesi – con diversi livelli di successo!

La Formula 1 è ora in testa in Austria, con il prossimo Gran Premio che si svolgerà al Red Bull Ring dal 29 giugno al 1 ° luglio.

MAX VERSTAPPEN, DRIVER, ASTON MARTIN RED BULL RACING:
“Finire secondo qui a Paul Ricard è meglio di quanto ci aspettassimo per il fine settimana. Non appena siamo arrivati ​​alla curva 2 sono stato sollevato di non aver avuto contatti, quindi da lì si trattava solo di gestire la mia gara, che era abbastanza semplice. Potevo vedere Lewis che gestiva il ritmo ma non eravamo ancora lontani senza spingere troppo la macchina. Penso che abbiamo centrato la strategia. Le gomme morbide mi sono sembrate un po ‘più robuste e mi hanno permesso di trovare un buon passo per rendere più confortevoli i giri finali. Dopo due gare pulite e un buon risultato di fila è importante portare avanti questo slancio. Abbiamo avuto un terzo e ora un secondo, quindi con la pista giusta non vedo l’ora di una vittoria. Ho perso una buona occasione a Monaco ma ci sono ancora delle buone opportunità in arrivo, ma segnare punti buoni per la squadra nei circuiti che non sono ideali per noi è un grande positivo. È stato bello correre qui in Francia, ascoltare l’inno nazionale e vedere così tante persone nelle tribune che hanno fatto sentire come un tradizionale gran premio europeo “.

DANIEL RICCIARDO, DRIVER, ASTON MARTIN RED BULL RACING:
“Sono ovviamente un po ‘deluso ed è un peccato perdere sul podio oggi. Siamo stati sicuramente più veloci del quarto posto e potrebbe essere stata una bella battaglia con Max. Non so perché ancora ma l’ala anteriore è stata danneggiata durante la gara. Prima del pit stop avevamo un buon passo con i supersofts, non so quanto fosse buono rispetto a Lewis dato che era così veloce, ma sembrava che stessimo tirando via da Kimi e catturando Max. Poi circa due giri prima che mi fermassi ho avuto danni alla parte sinistra dell’ala anteriore; Ho sentito immediatamente un po ‘di sottosterzo e non so se è stato un fallimento o ho colpito alcuni detriti ma i meccanici l’hanno visto durante lo stop. Dopo lo stop, anche la parte identica sulla destra dell’ala anteriore si è rotta. A causa del danno avemmo meno carico aerodinamico, la macchina stava sottolineando, e le gomme stavano soffrendo. Kimi ci prendeva sempre alla fine della gara con quel ritmo, anche le bandiere blu erano piuttosto brutte, ma eravamo un’auto ferita. E ‘stato un peccato perché oggi sembravamo abbastanza forti. Il positivo è che abbiamo ottenuto dei punti decenti ma siamo stati decisamente più veloci del quarto e sfortunati questo pomeriggio “.

CHRISTIAN HORNER, TEAM PRINCIPAL, ASTON MARTIN RED BULL RACING:
“Alla fine un grand prix divertente e siamo felici di uscire dalla nostra prima run al Paul Ricard con un buon bottino di punti per la squadra e un podio. Max ha avuto una buona spinta per completare un buon weekend finendo al secondo posto e conquistando il podio dopo un terzo posto in Canada. Fin dall’inizio è riuscito a evitare la collisione tra Sebastian e Valtteri alla curva 1 e poi si è piazzato al secondo posto con una bella gara pulita da lì. E ‘stato un peccato per Daniel, la cui vettura è stata colpita intorno al punto centrale della gara quando i primi due elementi del suo lembo anteriore si sono sciolti, probabilmente colpendo alcuni detriti. Una gara molto frustrante per lui, anche lui sembrava un buon podio. In sintesi, il Gran Premio di Francia rappresenta un solido inizio per il triplo colpo di testa e andiamo direttamente alla nostra gara di casa in Austria, dove speriamo di essere competitivi e di lottare con i leader al Red Bull Ring “.