GRAN PREMIO F1 2018 – HUNGARIAN – HUNGARORING

1 agosto 2018
Categorie: Eventi

HUNGARORING, BUDAPEST
• Data: domenica 29 luglio 2018
• Numero di giri: 70
• Lunghezza del circuito: 4.381 km
• Distanza di gara: 306,630 km

RISULTATI
• Daniel Ricciardo, Aston Martin Red Bull Racing: iniziato 12 ° / Finito: 4 °
• Max Verstappen, Aston Martin Red Bull Racing: iniziato 7 ° / Finito: DNF

Daniel Ricciardo ha consegnato una delle sue unità di recupero del marchio presso l’Hungaroring, guidando la sua RB14 che è stata aiutata da una nuova e migliorata miscela di benzina da corsa Esso SynergyTM dalla dodicesima a una quarta impressionante. Questo report analizza il Gran Premio d’Ungheria di Aston Martin Red Bull Racing …

Ricciardo ha avuto un Gran Premio di Germania da dimenticare, ma è tornato all’istante in Ungheria, stabilendo un tempo di impostazione del ritmo di fiducia nella sessione di prove libere.

Mentre le temperature salivano ad un incandescente Hungaroring, l’olio motore Mobil 1 contribuiva a raffreddare il propulsore RB14 con Max Verstappen, confermando il passo dell’Aston Martin Red Bull Racing superando i tempi in seconda pratica.

Le speranze di una qualifica forte erano alte, ma la pioggia è entrata e ha creato una lotteria. Verstappen è uscito nella top-10 e alla fine è arrivato settimo in griglia, ma Ricciardo non è stato così fortunato e ha iniziato 12 °.

Verstappen ha fatto una fuga sensazionale per guadagnare due posizioni e correre quinto prima che un problema meccanico abbia ridotto il suo pomeriggio in anticipo. Ma Ricciardo ha dato al suo team Aston Martin Red Bull Racing qualcosa per cui sorridere.

Dopo un leggero scontro con Marcus Ericsson in panchina alla curva 1, e successivamente in caduta al sedicesimo, Ricciardo ha tagliato il campo, sfruttando il ritmo sostenuto della sua RB14 che è stata aiutata dal primo aggiornamento stagionale del carburante di ExxonMobil dell’anno.

L’australiano ha completato una serie di passaggi di sorpasso brillanti e decisivi e nonostante abbia preso contatto con Bottas, quando il suo rivale Mercedes scivolò contro di lui quando difese la quarta posizione, Ricciardo fece un passaporto alla morte per strappare il quarto posto.

Ricciardo ha rafforzato la sua quinta posizione nella classifica piloti, con 118 punti, mentre l’Aston Martin Red Bull Racing ha tirato più lontano dalla Renault al terzo posto nel campionato costruttori.

Davanti al fine settimana, Ricciardo e Verstappen hanno messo alla prova le loro abilità veliche quando sono scesi in acqua con Hans-Peter Steinacher e Roman Hagara del Red Bull Extreme Sailing Team.

Tornato in pista, Ricciardo si fermò presso l’ExxonMobil Trackside Lab per testare alcuni campioni di olio, filmati e trasmessi da troupe televisive tedesche e polacche.

Nel frattempo, il consulente tecnico di ExxonMobil Motorsport Dario Izzo ha realizzato una serie di interviste nel corso del fine settimana con i mass media europei di alto livello.

La Formula 1 è ora in testa alla pausa estiva, con la ripresa della stagione al Gran Premio del Belgio che si svolgerà a Spa Francorchamps dal 24 al 26 agosto.

DANIEL RICCIARDO, DRIVER, ASTON MARTIN RED BULL RACING:
“Avevamo una buona macchina e sono riuscito a portarlo in quarta posizione al P16 ad un certo punto del primo giro, quindi alla fine è stato un buon risultato per noi. La partenza è stata piuttosto caotica e ho preso un colpo sulla mia gomma anteriore sinistra che ha causato alcune vibrazioni e abbiamo perso alcune posizioni lì. Ocon è poi andato molto forte alla curva 6, ha tagliato la chicane e mi è rimasto davanti per due giri. È stato frustrante, specialmente all’inizio quando tutti sono così vicini da perdere terreno. Dopo questo con il vantaggio di velocità che avevamo, siamo stati in grado di andare avanti e fare alcuni sorpassi, e mi sono divertito un po ‘con quello e sono riuscito a salire sul campo. Prima dell’incidente alla fine con Valtteri alla curva 1, sapevo che aveva qualche danno, quindi sapevo che sarebbe stato relativamente facile passarlo, ma ovviamente è andato troppo in profondità in quel turno. Non sono riuscito a vedere la sua macchina nel mio angolo cieco, così ho lasciato la stanza, e poi ho avuto il colpo ma fortunatamente non ho girato. Ho pensato che fosse probabile che avrebbe ottenuto un rigore ma volevo davvero farlo passare in pista, cosa che fortunatamente avrei potuto fare nell’ultimo giro. Ero felice oggi, felice di finire e di ottenere punti e di correre mi sento massimizzato “.

MAX VERSTAPPEN, DRIVER, ASTON MARTIN RED BULL RACING:
“Oggi non è andato come avevamo pianificato. Mi sentivo bene con la macchina e ho avuto una partenza forte, ma la gara è finita in sei giri. È davvero frustrante dopo aver messo tutti gli sforzi in una posizione promettente, ma poi doversi fermare a causa dell’affidabilità. Dato che ero soddisfatto della vettura, penso che avremmo potuto fare una bella battaglia con il gruppo di testa, peccato che non ci sia riuscito e alcuni punti preziosi. È un peccato non solo per me e il team, ma anche per i fan che viaggiano fino a qui supportandomi. Non è divertente guardarmi completare alcuni giri e poi andare in pensione. Non sono sicuro che ciò significherà penalizzazioni del motore per Spa, lo esamineremo come una squadra e discuteremo il modo migliore per tornare forti dopo la pausa estiva. Non ho proprio voglia di andare via in vacanza ora, perché questo non è il modo in cui volevo finire la prima parte della stagione. Vorrei tornare in macchina per correre ancora e finire un risultato forte, sfortunatamente non posso. ”

CHRISTIAN HORNER, TEAM PRINCIPAL, ASTON MARTIN RED BULL RACING:
“Una fantastica rimonta di Daniel che ha completato il primo giro del P16. Ha fatto il suo modo attraverso il campo con alcuni sorpassi decisivi e si era rapidamente spostato in P5 entro la metà della gara. Abbiamo poi cambiato la gomma Ultrasoft per gli ultimi 26 giri e ha iniziato a prendere il gruppo composto da Bottas e le due Ferrari davanti a lui. Dopo che Valtteri e Sebastian avevano avuto un contatto in avanti, la Mercedes ferita colpì Daniel quando stava tentando di superarlo alla curva 1 causando danni significativi. Tuttavia Daniel è stato in grado di andare avanti e poi passarlo definitivamente nell’ultimo giro prendendo il P4 alla bandiera. Max ha avuto una giornata estremamente frustrante con un guasto al motore con soli cinque giri persi. Aveva fatto una grande partenza e sapevamo di avere una macchina da corsa competitiva qui e saremmo stati in una lotta per un podio avendo visto il ritmo che Daniel aveva oggi. E ‘estremamente frustrante e speriamo solo di non incorrere in rigori nel suo Gran Premio di casa a Spa tra poche settimane “.