GRAN PREMIO F1 2018 – GERMAN – HOCKENHEIM

24 luglio 2018
Categorie: Eventi FORMULA 1

HOCKENHEIM
• Data: domenica 22 luglio 2018
• Numero di giri: 67
• Lunghezza del circuito: 4.574 km
• Distanza di gara: 306,458 km

RISULTATI
• Max Verstappen, Aston Martin Red Bull Racing: Iniziato 4 ° / Finito: 4 °
• Daniel Ricciardo, Aston Martin Red Bull Racing: iniziato il 19 / finito: DNF

Max Verstappen ha portato una legione di fan a Hockenheim e sono stati premiati con una prestazione combattuta dall’olandese in una drammatica gara di pioggia. Questo report analizza il Gran Premio tedesco dell’Aston Martin Red Bull Racing …

Verstappen stava cercando di riprendersi dopo un frustrante Gran Premio d’Inghilterra, che lo ha visto perdere una serie di punti, e i primi segnali erano positivi. Il suo compagno di squadra, Daniel Ricciardo, è salito in vetta alle classifiche nella sessione d’apertura, con Verstappen che ha stabilito il ritmo nella seconda sessione per dare ad Aston Martin Red Bull Racing il doppio di venerdì in un caldo e soleggiato Hockenheim.

Con l’utilizzo del suo olio per motori Mobil 1 e di una potente miscela di carburante da gara Esso Synergy, Verstappen ha navigato nel segmento finale delle qualifiche. L’olandese è finito in quarta posizione, ma Ricciardo ha scelto di non impostare un tempo nella seconda fase delle qualifiche, in quanto la squadra aveva optato per dargli alcuni cambiamenti di motore strategico. Queste hanno subito delle penalità che lo hanno fatto cadere in fondo alla griglia.

A partire dal 19 °, Ricciardo ha fatto progressi sensazionali attraverso il campo e ha scalato la sesta posizione prima che un problema meccanico abbia concluso la sua corsa.

Verstappen, nel frattempo, ha corso forte nei punti e poi è stato uno dei primi piloti a tirare i dadi quando la pioggia ha iniziato a cadere in una parte del circuito, mettendo le gomme intermedie. La scommessa non ha dato i suoi frutti ed è tornato ai box per le gomme da asciutto, ma è riuscito a mantenere il quinto posto, che è diventato quarto quando Sebastian Vettel della Ferrari è caduto in testa.

Verstappen ha resistito fino al quarto posto mentre Lewis Hamilton nella Mercedes ha completato un brillante matchback dal 14 ° posto per vincere e recuperare il comando nella classifica piloti.

Verstappen si sposta su 105 punti nel campionato piloti, a un solo punto dal compagno di squadra Ricciardo, al sesto posto con 10 gare ancora da disputare.

È stato un risultato incoraggiante per Verstappen e una ricompensa per le migliaia di fedeli fan che hanno fatto il viaggio dall’Olanda per sostenere il loro eroe.

Verstappen è stato impegnato con una serie di interviste televisive tedesche, durante le quali ha sorpreso alcuni dei suoi fan con un “Meet and Greet” nell’ExxonMobil Trackside Lab.

David Tsurusaki, Global Technology Technology Manager per ExxonMobil, ha anche completato una serie di interviste tecniche ai media nel Trackside Lab per tutto il weekend.

Inoltre, l’Aston Martin Red Bull Racing ha rilasciato un video di profilo “60 secondi con …” con il consigliere tecnico ExxonMobil Motorsport Dario Izzo, in cui ha parlato del suo ruolo nel team durante un weekend da Gran Premio.

La Formula 1 è ora in testa in Ungheria, con il prossimo Gran Premio che si svolgerà all’Hungaroring il 27 e 29 luglio.

MAX VERSTAPPEN, DRIVER, ASTON MARTIN RED BULL RACING:
“Dopo una gara così caotica, ritengo che il quarto posto sia un buon risultato e l’auto si è sentita forte per tutta la gara. E ‘stata una giornata difficile per il processo decisionale a causa dei tardivi cambiamenti del tempo. Ho fatto una piccola scivolata alla curva 6 quando ha iniziato a piovere, quindi ho deciso di fare un pit per gli intermedi. Non appena sono uscito dai box e sono arrivato alla curva 6, era di nuovo asciutto. Sapevo che non avrebbe funzionato, avrebbe potuto fare ma purtroppo non ha continuato a piovere abbastanza. A volte queste decisioni funzionano per te, a volte non come abbiamo vissuto oggi. L’auto di sicurezza ha significato che non ha avuto impatto sul risultato, ma valeva la pena provare in quel momento. La forte pioggia è arrivata una frazione troppo tardi, forse avremmo potuto fare di più, ma invece ci siamo dovuti accontentare delle condizioni di asciutto. Dovremmo essere più in forma per ottenere un buon risultato in Ungheria, quindi non vedo l’ora che arrivi il prossimo fine settimana. ”

DANIEL RICCIARDO, DRIVER, ASTON MARTIN RED BULL RACING:
“I primi 10 o 15 giri sono stati davvero difficili con la gomma Medium e sono stati una manciata. Penso che la gara sarebbe venuta da noi, ma nei primi giri avevo bisogno di essere davvero paziente e scegliere le macchine una per una. Una volta entrato nell’aria pulita sono stato in grado di fare alcuni diciotto bassi che all’epoca sembravano competitivi, ma non abbiamo avuto la possibilità di vedere cosa potevamo fare oggi. Avremmo potuto passare molto tempo con la gomma Medium e penso che la strategia avrebbe funzionato per noi verso la fine. Al 29 ° giro ho sentito qualcosa di strano quando stavo scalando la curva 6 e poi, una volta accelerato dall’angolo, ho perso potenza e il motore ha iniziato a suonare piuttosto male. Sono andato subito alla radio e mi aspettavo che la squadra mi chiedesse di accostare, cosa che hanno fatto. Non conosco le specifiche ma è stata una sorta di guasto al motore che è ovviamente piuttosto frustrante dopo aver preso le sanzioni oggi. In ogni caso, avrebbe potuto, potrebbe avere, è correre e mi sento come se fossi stato in questa posizione troppo spesso in questa stagione. Fa male, lo fa sempre. Forse non ricordo questa gara, ma ricorderò la folla, sono apparsi tutti oggi e questo è stato davvero bello da vedere e credo che sappiano che potrebbe essere l’ultima volta che veniamo qui per un po ‘, è stato un bello spettacolo per loro, ma non per me. Spero di poter vincere entro una settimana prima di partire per la pausa estiva. ”

CHRISTIAN HORNER, TEAM PRINCIPAL, ASTON MARTIN RED BULL RACING:
“Max ha avuto una buona partenza ed è stato in grado di sfidare Kimi nei primi giri. Le cose si sono rapidamente stabilizzate in quanto le gomme avrebbero rappresentato un fattore cruciale nella strategia di gara. Nel frattempo, Daniel stava facendo buoni progressi dal fondo della griglia dopo aver incassato i rigori del motore. A quel punto, c’era una minaccia di pioggia ma era difficile prevedere esattamente quando sarebbe arrivato. Sfortunatamente, al 29 ° giro il motore di Daniel è fallito, il che è particolarmente deludente a fianco delle penalità che aveva già subito. Max era su una strategia ad una corsa in esecuzione in P4, ha iniziato a piovere e con un paio di vetture che correvano in largo, incluso Max, abbiamo deciso di prendere una scommessa e metterlo all’asta per la gomma Intermediate. Sfortunatamente, non ha piovuto abbastanza e gli interni si sono bruciati, quindi Max ha dovuto bucare ancora per la gomma morbida. Dalla posizione in cui eravamo senza alcuna minaccia da dietro, valeva la pena giocare, ma questa volta non ha pagato. La Safety Car ha poi radunato il campo, il che significa che Max ha tagliato il traguardo in quarta posizione rispetto a dove eravamo oggi. ”