Ricerca prodotti

Breve guida ai lubrorefrigeranti

15 luglio 2016
Categorie: Argomentazioni Tecniche

In questo articolo affrontiamo le principali sfide/problematiche che si presentano quotidianamente agli operatori  ed ai tecnici che utilizzano i lubrorefrigeranti e le emulsioni.

D: Quali sono le cause della formazione di SCHIUMA e come posso controllarla?

Tutti i prodotti possono potenzialmente portare a formare la schiuma, ma la ragione principale per la formazione di schiuma eccessiva è l’acqua dolce. L’ acqua dolce è un’ acqua che ha una concentrazione di carbonato di calcio che è inferiore a 100 ppm. Misurare la durezza dell’acqua per essere sicuri, e utilizzare l’acqua con una durezza di 150 ppm, quando possibile, per ridurre al minimo la formazione di schiuma.

Altre ragioni che possono portare alla formazione di schiuma  includono una cattiva progettazione del sistema, la contaminazione da agenti esterni , sistemi di filtrazione molto fini inferiori a 20 micron, la cavitazione della pompa e l’applicazione ad alta pressione del refrigerante.

Per controllare la schiuma, verificare che la concentrazione del fluido da taglio sia la più bassa che viene  raccomandata per tale applicazione. Ad esempio  le seguenti concentrazioni sono considerate normali:

le operazioni di taglio – 5%
operazioni di rettifica – 3%
Se non si è sicuri, iniziare con un’ alta concentrazione ( ad esempio 8-10%)  e quindi abbassare la concentrazione gradualmente fino a raggiungere quella ottimale.
D: Quali sono le cause della CORROSIONE?

Le principali cause della corrosione sono:

  • una concentrazione olio a bassa inferiore al 3%
  • attività batterica alta
  • basso valore pH inferiore a 8
  • la scarsa qualità dell’acqua – una durezza superiore a 600 ppm o una concentrazione di cloruro superiore a 100 ppm.

D: Quali sono le cause che portano ad avere CATTIVO ODORE  e come posso impedirlo?

I cattivi odori sono causati dai batteri; per evitare che il fluido da taglio lubrorefrigerante inizi ad avere cattivo odore, seguire queste semplici istruzioni:

  • Mantenere la concentrazione ai valore consigliato
  • Controllare il pH, mantenendolo sopra 8.5
  • Rimuovere l’olio galleggiante sulla superficie ( di solito costituito in prevalenza dall’olio delle guide di scorrimento e da eventuali oli protettivi con cui si è precedentemente protetto il pezzo tra una lavorazione e quella successiva ) regolarmente, almeno una volta alla settimana ( meglio sarebbe durante la notte con dei dispositivi disoleatori )
  • Non usare la coppa dell’emulsione come un bidone della spazzatura, e non gettare stracci o altri oggetti nel serbatoio

D: Quali sono le cause di IRRITAZIONE DELLA PELLE / DERMATITI  e come è possibile ridurre al minimo esso?

L’ irritazione cutanea è normalmente dovute al contatto prolungato con un fluido lubrorefrigerante da taglio ,la ragione principale è che questi fluidi rimuovono i grassi naturali dalla pelle che servono da protezione proprio contro gli agenti esterni.

Per ridurre al minimo l’irritazione della pelle, si consiglia sempre che vengano adottate le normali precauzioni, tra cui:

  • Utilizzando un prodotto di alta qualità
  • Evitare il contatto prolungato con il fluido
  • Evitare prodotti ad alto pH superiore a 9,5
  • Evitando l’uso di alte concentrazioni di oltre il 7%

 

D: Perché ho bisogno di pulire il sistema prima di cambiare il mio fluido?

Pulizia del sistema è fondamentale per ottimizzare le prestazioni a lungo termine delle apparecchiature, in quanto contribuisce a:

  • Pulire la vasca della macchina in modo efficace
  • Uccidere i batteri che provocano le infezioni fungine, riducendo l’odore
  • Massimizzare la vita del fluido da taglio
  • Creare un ambiente di lavoro pulito e  più piacevole per l’operatore stesso

 

Tuttavia, come si pulisce il sistema è molto importante: limitarsi a scaricare e pulire la vasca della  macchina è un metodo di pulizia scadente. I batteri sono molto piccoli e non possono essere rimossi o uccisi con questo metodo. Inoltre, l’aggiunta di refrigerante fresco in una vasca pulita male non massimizzare la durata del refrigerante.

L’approccio migliore invece per  la pulizia del sistema è l’utilizzo di uno specifico pulitore che inoltre disinfetti il sistema. Se utilizzato correttamente, questi detergenti  possono contribuire a prolungare la vita dell’emulsione, risparmiando denaro e aumentando i tempi di produzione.